Skip to main content

Canon EOS R3: prezzo, data di uscita e indiscrezioni

Canon EOS R3
(Image credit: Canon)

Se volete farvi un'idea di come saranno le future mirrorless di casa Canon, date un'occhiata alla nuova EOS R3. A prima vista potrebbe sembrare una reflex prodotta una decina di anni fa, ma nella corpulenta scocca nasconde delle specifiche chene fanno una delle migliori fotocamere mirrorless full-frame sportive mai prodotte.

EOS R3 si pone a metà strada tra la reflex professionale Canon EOS 1D X Mark III e la mirrorless Canon EOS R5, posizionandosi nel segmento pro mirrorless con una particolare propensione agli scatti sportivi. Tra le principali funzioni dedicate allo sport troviamo una raffica da 30fps con otturatore elettronico e un sistema di messa a fuoco Dual Pixel CMOS, che su questo modello presenta delle funzioni mai viste prima.

Tra queste troviamo il sistema Eye Control AF, che consente di selezionare il punto di messa a fuoco con lo sguardo tramite il mirino EVF. Questa funzione, in passato, si è vista solo sulle reflex professionali degli anni '90 come Canon EOS 3 e EOS 5, e siamo davvero curiosi di scoprire che risultati produrrà sulla nuova mirrorless.

Canon EOS R3

(Image credit: Future)

Per ottenere questi risultati, Canon ha equipaggiato EOS R3 con un nuovo sensore retroilluminato CMOS stacked da 24.1MP, l'unico in grado di produrre una raffica da 30fps se si esclude la rivale Sony A1.

Pur trattandosi di una fotocamera sportiva, EOS R3 dispone di specifiche video di tutto rispetto, come la possibilità di girare video in 6K e la presenza di un display completamente articolato con una risoluzione impressionante.

Il mix di specifiche video e fotografiche fa di EOS R3 un modello unico nel suo genere, ma rischia di confondere i possibili acquirenti. I nostri colleghi hanno avuto l'opportunità di toccare con mano EOS R3 presso il quartier generale di Canon nel Regno Unito, e hanno condiviso con noi le loro prima impressioni su quella che potrebbe essere l'arma segreta di Canon per contrastare le mirrorless di casa Sony.

Canon EOS R3: prezzo e data di uscita

  • Canon EOS R3 costerà 6.289€
  • Il lancio è previsto per novembre
  • Il prezzo è superiore a EOS R5 e inferiore a 1D X Mark III

Canon EOS R3 ha un costo di 6.289€ per il solo corpo macchina. Si tratta di un prezzo attinente vista la fascia di appartenenza della nuova mirrorless Canon, ma che rimane leggermente inferiore rispetto ai 6.470€ di Sony A1 e di EOS 1D X Mark III, che al momento del lancio (nel 2020) costava più di 7.000€.

Canon ha fissato la data di lancio per novembre, anche se non sappiamo con precisione il giorno in cui sarà possibile acquistare EOS R3. Probabilmente l'azienda ha preferito rimanere vaga sulla data di lancio a causa dei problemi di produzione che interessano i chip da quasi due anni. Del resto, visto i prezzo, dubitiamo che EOS R3 vada a ruba tra gli utenti non professionisti, quindi la produzione potrebbe essere limitata (almeno inizialmente).

Aggiorneremo la pagina non appena avremo informazioni più precise sulla data di uscita.

Design

  • EOS R3 è una versione più piccola e leggera di Canon EOS 1D X Mark III
  • Ottimo display completamente articolato da 4.1 milioni di punti
  • Stesso mirino EVF di Canon EOS R5

Anche se il produttore si guarderà bene dal fare certi paragoni, Canon EOS R3è palesemente l'equivalente mirrorless di Canon EOS 1D X Mark III, la migliore reflex sportiva dell'azienda. Per questo il corpo macchina risulta più grande rispetto a quello della rivale Sony A1 (che tuttavia non dispone di un grip integrato), ma ha dimensioni inferiori se paragonato alle cugine reflex. 

Impugnando EOS R3 si nota subito la differenza di peso rispetto alla più pesante 1D X Mark III. Il peso del solo corpo macchina è pari a 822g e supera il chilogrammo con batteria e scheda di memoria inserita. Nel complesso EOS R3 è circa 400g più leggera di 1D X Mark III, caratteristica di fondamentale importanza per i fotografi sportivi. Le differenze in termini di dimensioni si notano meno, anche se EOS R3 è più stretta e bassa di 1D X Mark III, ma leggermente più spessa.

Canon EOS R3

(Image credit: Future)

La linea di demarcazione che separa EOS R3 dai modelli di fascia media come Canon EOS R5 è la qualità costruttiva, oltre alla presenza di un battery grip integrato, caratteristica tipica delle fotocamere professionali. Il corpo in lega di alluminio e magnesio la rende la mirrorless più resistente mai prodotta da Canon.

EOS R3 ha lo stesso livello di resistenza all'acqua di 1D X Mark III, ma non è in grado di resistere alle temperature estereme come la controparte reflex; del resto si tratta principalmente di una fotocamera sportiva, come si evince dall'impugnatura verticale integrata. EOS R3 utilizza la stessa batteria LP-E19 di EOS-1D X Mark III, che dispone di una capacità tripla rispetto alla batteria  LP-E6NH di EOS R5.

Canon ha voluto mantenere un look familiare proponendo una mirrorless dalle funzioni moderne che ricorda molto le reflex professionali prodotte negli ultimi anni. Manca il mini display posteriore presente su 1D X Mark III, ma per il resto la disposizione dei tasti è praticamente identica ed è presente lo stesso Smart Controller visto per la prima volta su 1D X Mark III al suo esordio nel 2020.

Canon EOS R3

(Image credit: Future)

Il tasto touch AF-On permette di spostare rapidamente il punto di messa a fuoco all'interno dell'inquadratura. Anche se alcuni fotografi non sono convinti della sua utilità, Canon ha ricevuto un numero di feedback positivi sufficiente da parte del suo team fotografico e ha deciso di mantenere la funzione su EOS R3; a bordo troviamo anche uno Smart Controller supplementare per la ritrattistica. Per tutti coloro che non apprezzano il tasto touch AF-On è comunque presente il joystick.

Dato che Canon EOS R3 è una fotocamera mirrorless nonostante la somiglianza, ci sono delle differenze rispetto ai modelli reflex professionali. Le più ovvie sono il mirino e il display poteriore. Canon ha confermato che EOS R3 ha lo stesso mirino EVF di Canon EOS R5 che dispone di 5.67 milioni di punti e una frequenza di aggiornamento da120fps.

L'azienda afferma trattarsi di una valida alternativa ai classici mirini ottici, strumento di importanza primaria per tutti i fotografi sportivi. EOS R3 dispone anche di una modalità detta OVF che permette di osservare cosa sta succedendo al di furoi dell'inquadratura. Non abbiamo ancora avuto modo di provarlo, ma il mirino di EOS R3 EVF risulta molto ampio e ha una forma ergonomica che lo rende perfetto per essere appoggiato all'occhio del fotografo.

Immagine 1 di 3

The side-flipping screen of the Canon EOS R3 mirrorless camera

(Image credit: Future)
Immagine 2 di 3

The vari-angle screen of the Canon EOS R3 mirrorless camera

(Image credit: Future)
Immagine 3 di 3

The back of the Canon EOS R3 mirrorless camera on a table

(Image credit: Future)

Tra le novità più gradite c'è senza dubbio il nuovo display touchscreen articolato da 4.1 milioni di punti. Si tratta di un valore nettamente superiore a quello di Sony A1, che monta un display da 1.44 milioni di punti che si puà orientare solo sull'asse verticale. Questa caratteristica strizza l'occhio ai video maker e può risultare molto comoda anche per la fotografia. Si tratta di un bel passo in avanti rispetto al display fisso di Canon EOS 1 DX Mark III.

La parte superiore di EOS R3 ha molto in comune con la sorella minore EOS R5, con un display squadrato posto nella parte destra dove vengono indicati i valori di scatto o di ripresa selezionati. Come sulla R5, si tratta di una pratica soluzione per mantenere lo schermo posteriore spento tra uno scatto e l'altro in modo da incrementare la durata della batteria. Sul lato sinistro EOS R3 riprende l'approccio di 1D X Mark III, con pulsanti dedicati per le modalità Drive, metering e AF.

Canon EOS R3

(Image credit: Future)

Tra le novità assolute in casa Canon troviamo anche la nuova slitta multi funzione posta al centro della piastra superiore. Quest'ultima ricorda molto la Multi-Interface Shoe di Sony A1 e permette un trasferimento dati bidirezionale ad alta velocità tra la fotocamera e qualsiasi accessorio compatibile montato.

Canon ha parlato anche del nuovo Microfono Stereo Direzionale (DM-E1D) e del Trasmettitore Speedlite (ST-E10) entrambi compatibili con il nuovo innesto. Le dimensioni del supporto rimangono identiche a quelle della classica slitta Canon, quindi è possibile collegarvi qualsiasi accessorio compatibile. L'unico lato negativo consiste nella mancanza di tropicalizzazione alla quale si può rimediare acquistando un adattatore opzionale sul quale si possono poi montare tutti gli accessori Canon.

Messa a fuoco automatica

  • Il nuovo Eye Control AF sposta il punto di messa a fuoco in base allo sguardo
  • Tra le nuove funzioni AF c'è il tracciamento dei veicoli
  • Messa a fuoco con scarsa luminosità incrementata fino a -7.5EV

Nella grande guerra tra fotocamere mirrorless  Canon e Sony, una delle battaglie principali si gioca sicuramente sull'autofocus, e la EOS R3 dispone del sistema AF più avanzato tra i modelli presenti nel catalogo Canon.

Come Canon EOS R5, EOS R3 dispone del sistema Dual Pixel CMOS AF II, ma ci sono alcune differenze rispetto alla sorella minore. In primo luogo, Canon sostiene che la EOS R3 sia "la fotocamera più veloce della serie EOS R" in termini di messa a fuoco, battendo la R5 con una velocità di messa a fuoco pari a 0,03 secondi contro i 0,05 del modello "più economico". Differenze così minuscole significano molto poco per gli amatori, ma possono fare la differenza su un campo di calcio o durante una gara automobilistica.

EOS R3 è anche la prima fotocamera Canon dotata di messa a fuoco automatica per i veicoli. In passato abbiamo visto una funzione simile su Olympus OM-D E-M1X, e il sistema di EOS R3 funziona in modo simile all'Intelligent Subject Detection AF, mantenendo la messa a fuoco fissa su auto, moto e ogni tipo di veicolo in movimento per permettere al fotografo di concentrarsi sulla composizione dello scatto.

Canon EOS R3

(Image credit: Future)

Non siamo ancora stati in grado di testare approfonditamente il nuovo sistema tracking AF, ma a prima vista sembra offrire un controllo più preciso rispetto al sistema Olympus; con EOS R3, ad esempio, impostare la priorità di messa a fuoco sul veicolo o sul casco del pilota. Se la funzione dovesse rivelarsi efficace come il già collaudato Animal Eye AF di Canon, potrebbe diventare uno strumento estremamente utile per i fotografi sportivi che si occupano di corse automobilistiche e motociclismo. Naturalmente, EOS R3 ha tutte le altre modalità di tracking AF per esseri umani, cani, gatti e uccelli presenti su EOS R5. 

Il sistema AF è leggermente migliore rispetto a quello di Canon EOS R5 in condizioni di scarsa illuminazione. Canon afferma che EOS R3 può mettere a fuoco in condizioni di luce sfavorevoli fino a -7,5 EV (si pensi a una scena notturna con luce lunare minima), un miglioramento minimo ma pur sempre apprezzabile rispetto ai -6EV di ESO R5. Tenete a mente che tali valori sono basati su test effettuati con un obiettivo f/1.2 a ISO100, il che li rende puramente teorici. Per fornirvi dei dati realistici dovremo effettuare alcuni test con impostazioni comuni e vedere come si comporta EOS R3 nel mondo reale.

Detto questo le capacità AF della nuova mirrorless Canon non si limitano alle funzioni di tracking, ma si estendono anche al sistema di controllo del punto di messa a fuoco con l'introduzione della tecnologi Eye Control AF. Nonostante il nome faccia pensare a qualcosa di futuristico, in realtà si tratta di una nuova versione del sistema Eye Control AF visto per la prima volta sulla Canon EOS 3 SLR alla fine degli anni '90.

EOS R3

(Image credit: Future)

In breve questo sistema di messa a fuoco permette alla fotocamera di rilevare lo sguardo del fotografo e spostare l'autofocus in quel punto dell'inquadratura. L'idea è che, in scenari in rapido movimento, questo sistema possa essere più veloce rispetto ai controlli manuali dando al fotografo la libertà di concentrarsi sulla regolazione dell'esposizione e/o della composizione. Canon sostiene che il sistema Eye Tracking AF prende ispirazione da strumentazioni utilizzate in campo medico, e si basa su otto LED a bassa potenza implementati nel mirino per tracciare l'occhio e inviare le informazioni al sensore.

Ma come funziona in pratica? Ci è stata data solo una breve anteprima, ma a prima vista sembra più un vezzo che un vero e proprio strumento definitivo per la messa a fuoco. Il sistema Eye Tracking AF sembra progettato più per l'acquisizione della messa a fuoco che per il tracciamento: per esempio, scegliendo una particolare moto che sta percorrendo una determinata traiettoria in curva. Una volta agganciato il soggetto, è comunque necessario premere l'otturatore per avviare il tracking dell'autofocus.

Tra le potenziali limitazioni che potrebbero affliggere il sistema c'è anche la necessita di calibrare l'Eye Tracking AF in base alla luminosità della scena. Per questo dovremo attendere dei test più approfonditi per dirvi di più a riguardo. Detto questo, una cosa è certa: nessuna fotocamera che abbiamo testato dispone di tante opzioni di controllo per l'autofocus. Tra lo Smart Controller, il touchscreen, i joystick AF e l'Eye Control AF, ora ci sono davvero poche scuse per gli scatti non a fuoco.

Specifiche e prestazioni

  • Nuovo sensore stacked CMOS da 24.1MP 
  • Raffica da 30fps (raw or JPEG) con otturatore elettronico
  • Solo 12 FPS con otturatore meccanico

Tra le novità più importanti introdotte da Canon EOS R3 c'è  il nuovo sensore da 24,1MP. Quest'ultimo è progettato e prodotto da Canon, nonostante le voci precedenti che indicavano un possibile intervento da parte di Sony. Oltre a essere una mossa audace da parte di Canon, si tratta del primo sensore 'stacked' prodotto dall'azienda.

Sony è stata la pioniera dei sensori full-frame stacked, caratterizzati da una struttura a strati che permette di ottenere immagini più complesse a livello di dati. Il risultato è una maggiore velocità di lettura, che porta benefici quali raffiche più veloci e riduzione dell'effetto 'rolling shutter' nei video, due delle caratteristiche principali di EOS R3.

Se si considera che Sony A1 è in grado di scattare foto da 50MP a 30fps, la risoluzione di 24.1MP di EOS R3 potrebbe sembrare obsoleta. Detto questo, a meno che non dobbiate croppare le immagini, 14.1 MP sono più che sufficienti per la maggior parte dei fotografi, come si può evincere dalla miriade di professionisti che utilizzano Canon EOS 1 DX Mark III nonostante la risoluzione da 20.1MP.

Canon EOS R3

(Image credit: Future)

Questo significa che Canon EOS R3 si pone più come rivale diretta di Sony A9 II, anch'essa caratterizzata da un sensore full-frame da 24,2MP, che come concorrente di Sony A1. Se si osservano le specifiche, EOS R3 risulta superiore alla controparte Sony. In condizioni ottimali, EOS R3 può raggiungere una velocità di scatto continuo pari 30 fps con tracking AE/AF con otturatore elettronico, e mantenerla per 540 JPEG o 150 raw (in altre parole, 18 secondi o cinque secondi di scatto rispettivamente).

Del resto per raggiungere i 30fps sono necessarie determinate condizioni, come la presenza di una scheda CFexpress e un'ottica particolarmente luminosa, oltre a condizioni ambientali favorevoli. EOS R3 dispone di una raffica superiore rispetto a Canon EOS R5, ma se si utilizza l'otturatore meccanico entrambe le mirrorless si fermano a 12 fps. È interessante notare che 12 fps sono 8 in meno rispetto ai 20 fps che sono che si possono raggiungere con l'otturatore meccanico di Canon 1D X Mark III, il che dimostra che gli otturatori elettronici stanno diventando predominanti rispetto ai corrispettivi meccanici.

Una delle caratteristiche principali delle moderne fotocamere mirrorless sta nella capacità di eliminare il 'rolling shutter', un effetto di deformazione che si nota durante le riprese quando si effettuano movimenti veloci. Canon sostiene che il nuovo sensore  di EOS R3 "sia in grado di eliminare la distorsione da rolling shutter", ma dovremo testare con mano la funzione per esserne certi.

Immagine 1 di 3

The side of the Canon EOS R3 mirrorless camera on a table

(Image credit: Future)
Immagine 2 di 3

The side of the Canon EOS R3 mirrorless camera on a table

(Image credit: Future)
Immagine 3 di 3

The back of the Canon EOS R3 mirrorless camera on a table

(Image credit: Future)

Oltre a raggiungere velocità di scatto sbalorditive di 1/64000 di secondo, l'otturatore elettronico può essere sincronizzato con i flash esterni (fino a 1/250 di secondo), cosa che prima era possibile solo con gli otturatori meccanici. Come Sony, Canon ha anche aggiunto le modalità di scatto Flicker detection e High Frequency anti-flicker per aiutare a rilevare e correggere lo sfarfallio delle fonti di luce interne (come i neon).

Un altro grande vantaggio per le riprese a mano libera rispetto alla Canon 1D X Mark III è l'inclusione della stabilizzazione dell'immagine nel corpo macchina. Quando abbinata a obiettivi RF compatibili, EOS R3 applica una riduzione delle vibrazioni fino a otto stop. Questo permette di preservare la qualità delle immagini e di ottenere video ragionevolmente fluidi senza anche senza un gimbal.

Trattandosi di una fotocamera progettata per i fotografi sportivi professionisti, EOS R£ dispone di un'ottima connettività. Oltre al Bluetooth 5.0 e al Wi-Fi 5Ghz, è presente una porta Gigabit Ethernet per trasferire direttamente le immagini tramite server FTP. I fotografi professionisti saranno anche in grado di utilizzare l'applicazione Mobile File Transfer (MFT) di Canon per trasferire le immagini a server remoti o cloud tramite il loro smartphone o tablet. 

Questo sistema si sposa alla perfezione con un nuovo accessorio, lo Smartphone Link AD-P1, che vi permette di montare il vostro telefono iOS o Android sul Multi-Function Shoe Adapter. Anche se queste funzioni possono sembrare eccessive, i fotografi professionisti saranno estremamente felici dell'ottima connettività di cui dispone EOS R3.

Video

  • Riprese 6K/60p in formato raw 
  • Possibilità di filmare in oversampling 4K/60p e 4K/120p slow-mo
  • Fino a 6 ore di rirpese standard e 1.5 ore a frame rate elevati

Canon è stata molto vaga rispetto alle capacità video di EOS R3 nel periodo precedente al lancio, ma a quanto pare ci sono diverse sorprese interessanti in quest'ambito. EOS R3 è una potente fotocamera ibrida capace di girare video raw internamente (a 6K/60p, utilizzando l'intera larghezza del sensore) e video 4K/60p in oversampling.

L' oversampling consente di ottenere video più dettagliati e con una quantità di rumore ridotta, e se si pensa a quanto detto da Canon rispetto al rolling shutter "assente" è facile immaginare di cosa sia capace la R3.

Quando si filma in 6K raw si può scegliere il formato CRM (Cinema Raw Light), che dovrebbe produrre file di dimensioni relativamente ridotte senza influire eccessivamente sulla gamma dinamica. I video maker saranno contenti di sapere che EOS R3 è compatibile con il formato C-Log 3 e produce file a 10 bit. Sempre a detta di Canon, i problemi di surriscaldamento che hanno afflitto la Canon EOS R5 prima dell'aggiornamento correzioni del firmware non dovrebbero essere un problema per EOS R3.

Canon EOS R3

(Image credit: Future)

La temperatura dovrebbe essere ridotta in parte perché c'è più spazio tra i componenti ospitati nel corpo di EOS R3 e in parte grazie al nuovo sensore. Canon sostiene che sia possibile filmare per sei ininterrottamente (sempre che la batteria regga) a frame rate standard, e fino a 1,5 ore in modalità 120p.

È possibile registrare video su entrambi gli slot CFexpress e UHS-II contemporaneamente per creare un backup, e le credenziali video della EOS R3 sono ulteriormente rafforzate dalla nuova slitta multifunzione, che permette di collegare un buon numero di nuovi accessori come il microfono stereo direzionale DM-E1D.

Non abbiamo ancora avuto la possibilità di testare le potenzialità di EOS R3, ma date le premesse siamo certi che si tratti di una delle fotocamere mirrorless ibride più capaci in ambito video.

Prime impressioni

Canon EOS R3 è la nuova fotocamera mirrorless di Canon che racchiude in un corpo macchina dall'aspetto tradizionale le più recenti tecnologie dell'azienda dedicate ai fotografi sportivi professionisti.

Analizzando il design, considerando il sensore da  24,1MP e le opzioni video 6K, EOS R3 non sembra essere pensata per competere direttamente con Sony A1. Probabilmente Canon ha in serbo un altro modello concepito a tale scopo (la tanto attesa EOS R1). Del resto, almeno per ora, questa fotocamera va a colmare un vuoto nel listino Canon e si pone in concorrenza diretta con la rivale Sony A9 II.

Canon EOS R3

(Image credit: Future)

Sulla carta EOS R3 è superiore a A9II in termini di raffica, stabilizzazione e impugnatura, anche se prima di dare un giudizio preferiamo attendere i risultati dei nostri test.

Sulla base di ciò che abbiamo visto finora, EOS R3 è una fotocamera che farà girare la testa a molti professionisti come anche a molti appassionati, anche se il prezzo elevato può rappresentare un grosso limite per gli hobbisti. 

A breve vi faremo sapere se EOS R3 vale davvero il prezzo richiesto da Canon nella nostra recensione completa.