Skip to main content

ARM, presentato il nuovo hardware che vedremo sugli smartphone del 2021

Cortex-A78 CPU and Mali-G78 GPU
(Image credit: Arm)

L’azienda ARM Holdings ha presentato la nuova generazione di CPU mobile Cortex-A78 e GPU Mali-G78, che sarà implementata a bordo degli smartphone top di gamma del 2021.

L’azienda con sede nel Regno Unito non produce direttamente le proprie CPU, ma fornisce licenze ad altri produttori (come Qualcomm, Huawei, Samsung ecc.) che realizzano nuovi processori basati su core ARM, da implementare a bordo di smartphone Android, tablet di fascia alta e, ora, anche di computer portatili (come, ad esempio, Microsoft Surface Pro X).

La nuova CPU ARM Cortex-A78 consentirà un miglioramento delle prestazioni e una maggiore efficienza energetica. Secondo l’azienda, si tratta della CPU Cortex-A più efficiente tra quelle progettate finora per dispositivi mobili. Cortex-A78 sarà anche in grado di offrire agli utenti una migliore esperienza 5G, grazie ad un aumento prestazionale sul singolo watt di potenza consumato pari al 20% rispetto ai dispositivi con Cortex-A77.

Le prestazioni migliorate rendono il processore più adatto a soddisfare le esigenze di elaborazione di smartphone pieghevoli, come Samsung Galaxy Fold, o con schermi multipli, come LG V60.

Cortex-X Custom Program e Mali-G78

ARM ha anche annunciato un nuovo programma personalizzato, chiamato “Cortex-X Custom Program”, che consentirà ai suoi partner di avere maggiore flessibilità e libertà di azione nel realizzare le CPU del futuro, in modo da ottenere le massime prestazioni in ogni ambito di utilizzo.

Il programma ha portata alla nascita di Cortex-X1, la più potente CPU mai realizzata da ARM, che vede un aumento prestazionale del 30% rispetto alla serie Cortex-A77. Dunque, l’azienda punta a consolidare la propria posizione nel mercato degli smartphone di fascia alta e, al contempo, porge il guanto di sfida ai SoC realizzati da Apple.

L'anno scorso ARM ha presentato la GPU Mali-G77 dotata di un’inedita architettura Valhall, la stessa che è alla base della nuova gamma Mali-G78. Tuttavia, quest’anno le prestazioni grafiche sono migliorate del 25% rispetto alla generazione precedente. La nuova GPU può contare su un massimo di 24 core e garantisce un minore consumo energetico per una prolungata durata della batteria sui dispositivi mobili.

Infine, dando ascolto alle richieste dei propri partner, ARM ha deciso di introdurre una nuova GPU di livello sub-premium, ovvero Mali-G68, che supporta fino a 6 core ed è dotata di tutte le ultime funzionalità della sorella maggiore Mali-G78.

D’altronde, passerà ancora un po' di tempo prima che i vari produttori presentino le CPU ARM di nuova generazione ma, in base a quanto dichiarato finora da fonti ufficiali, gli smartphone di fascia alta del 2021 saranno caratterizzati da miglioramenti nella durata della batteria, nelle prestazioni grafiche e nell’esperienza 5G.

Fonte: The Verge