Skip to main content

Apple rischia una penale da $ 500 milioni per aver rallentato gli iPhone più vecchi

(Image credit: Future)

Verso la fine del 2017, Apple ha reagito, ammettendo di avere deliberatamente rallentato i vecchi modelli di iPhone al fine di ridurre le prestazioni per proteggere i componenti elettronici. Comprensibilmente, i clienti dell'azienda non furono molto soddisfatti e questa limitazione ha portato a diverse cause legali.

Ora, la società di Cupertino ha presentato un accordo in un tribunale della California, accettando di pagare fino a $ 500 milioni, partendo da un minimo di $ 310 milioni (rispettivamente circa € 450 milioni e € 280 milioni ) sotto forma di pagamenti ai clienti statunitensi interessati.

Ciò include $ 25 (circa € 22 ) a chiunque possieda uno degli iPhone interessati (elencati di seguito) e somme di $ 1.500 o $ 3.500 (€ 1350 e € 3150 circa) ai membri della causa legale. 

Tali importi varieranno in base al numero di richieste, poiché i pagamenti individuali diminuirebbero nel caso in cui il totale massimo di $ 500 milioni venisse diviso fra molte più persone. Tuttavia, se il numero di persone risarcite fosse inferiore, l’importo per ogni individuo aumenterebbe (ovviamente tolti $ 93 milioni per le spese legali).

Gli smartphone interessati sono i seguenti, ossia i dispositivi con iOS 10.2.1 o versioni successive o, nel caso di iPhone 7 e 7 Plus, iOS 11.2 o versioni successive, acquistati prima del 21 dicembre 2017.

  • iPhone 6
  • iPhone 6 Plus
  • iPhone 6s
  • iPhone 6s Plus
  • iPhone 7
  • iPhone 7 Plus
  • iPhone SE

L'accusa mossa nei confronti di Apple sosterrebbe che, a causa del rallentamento della velocità del processore, i consumatori sarebbero stati indotti a credere che il loro attuale smartphone si stesse avvicinando alla fine della sua vita prima di quanto non fosse in realtà.

Ciò li avrebbe spinti a passare a un modello più recente, a costi considerevoli, quando avrebbero potuto semplicemente sostituire la batteria se avessero saputo la causa del problema.

Secondo Reuters, la considerevole transazione consentirebbe ad Apple di negare di aver fatto qualcosa di sbagliato in senso giuridico e che la compensazione individuale sia descritta come "giusta, ragionevole e adeguata" dagli avvocati che rappresentano i consumatori. 

  •  iPhone 12: data di uscita, prezzo, notizie