Skip to main content

AMD Ryzen 4000, l'uscita delle CPU potrebbe essere posticipata al 2021

AMD Ryzen
(Image credit: Future)

Secondo una nuova indiscrezione i processori desktop AMD Ryzen 4000 potrebbero arrivare non nel 2020, ma all’inizio del 2021.

Questa voce proviene da DigiTimes, come riportato (e tradotto) su Twitter dal noto leaker RetiredEngineer.

Ci sono numerose ragioni per prendere questa informazione con molta cautela, dal momento che DigiTimes non sempre si conferma come la fonte più affidabile in assoluto. Inoltre, AMD stessa ha più di una volta sottolineato che i processori desktop Ryzen 4000 arriveranno entro la fine del 2020.

Devinder Kumar, gestore della tesoreria e dei finanziamenti di AMD, ha recentemente dichiarato che l'azienda è sulla buona strada per presentare le CPU Zen 3 di prossima generazione e le GPU RDNA 2 entro la fine del 2020. Se l’indiscrezione di cui abbiamo parlato poco sopra dovesse rivelarsi corretta, i fan di AMD resterebbero quasi sicuramente delusi.

Tuttavia, dobbiamo comunque prendere atto che questa voce è stata messa in circolazione. Secondo i produttori di schede madri, le vendite degli attuali Ryzen 3000 sono ancora buone e il rapporto qualità-prezzo di questi ultimi suggerisce che AMD starebbe vendendo più di Intel, nonostante la presentazione dei processori di decima generazione della famiglia Comet Lake.

In altre parole, la serie Ryzen 3000 rimane ben posizionata per affrontare i modelli Comet Lake, soprattutto considerando che AMD avrebbe diversi processori "XT" aggiornati per rafforzare ulteriormente la sua linea di prodotti. Secondo le indiscrezioni, questi ultimi dovrebbero essere presentati a breve. 

Una questione di priorità? 

Le parole di Devinder Kumar in merito all’uscita di Ryzen 4000 entro la fine del 2020 potrebbero riferirsi a un altro tipo di prodotto, ovvero i chip Epyc. AMD potrebbe dare priorità a quest’ultimi (se ci sono problemi di fornitura di silicio dovuti alla pandemia di coronavirus, come suggerito inizialmente dall’indiscrezione), presentando le CPU desktop Ryzen 4000 in seguito.

L’indiscrezione, inoltre, suggerisce che Intel non rilascerà le CPU Alder Lake di dodicesima generazione prodotte a 10 nm fino alla fine del 2021 (o inizio 2022, implementando forse un nuovo socket), quindi al momento è difficile fare ipotesi. In teoria, anche se non ci sono problemi di approvvigionamento, AMD potrebbe approfittarne per prendersi il tempo necessario per migliorare la serie Ryzen 4000.

L’indiscrezione sostiene che la produzione di massa di Ryzen 4000 non inizierà prima della fine del 2020 e suggerisce che la presentazione possa avvenire in occasione del CES a gennaio 2021.

Tuttavia, anche se ci sono diversi punti che potrebbero avere un certo fondamento, non riteniamo queste indiscrezioni particolarmente credibili, complice anche il fatto che secondo queste voci di corridoio AMD potrebbe passare il processo produttivo da 7 nm EUV a 5 nm EUV per Ryzen 4000.

Se queste voci dovessero essere corrette, quasi sicuramente ne sentiremo ancora parlare e vi terremo aggiornati.

Fonte: Wccftech