Skip to main content

Disney Plus, in arrivo una nuova serie TV di Star Wars

(Image credit: Disney/Lucasfilm)

È stato segnalato che arriverà su Disney Plus una nuova serie TV di Star Wars  dal creatore di Russian Doll, Leslye Headland. Variety afferma che Headland scriverà e dirigerà la serie, che si dice sarà una serie TV declinata ''al femminile''. Si svolgerà in una parte diversa della sequenza temporale di Star Wars, rispetto agli altri progetti che Disney ha pianificato in questo periodo. 

Russian Doll è una fra le migliori TV su Netflix, quindi le aspettative sono molto alte. Supponendo che la notizia sia vera, apprezzeremo tutto ciò che dal punto di visto temporale si allontanerà dall'ambientazione della Saga degli Skywalker. 

The Mandalorian non presenta legami particolarmente stretti con i film principali, mentre le imminenti serie spin-off di Obi-Wan e Rogue One su Disney Plus saranno essenzialmente degli approfondimenti di storie che abbiamo già visto nei film. Dopo che The Rise of Skywalker ha fatto sembrare l'universo di Star Wars addirittura troppo piccolo, siamo curiosi di vedere cos'altro possono inventare i creatori.

Russian Doll, con Natasha Lyonne nel ruolo della protagonista, ha riscosso un successo immediato su Netflix. Non ci sorprende che Disney voglia trarre ispirazione da uno show del genere per rendere l'universo di Star Wars ancora più interessante.

La seconda stagione di Mandalorian debutterà nell'ottobre 2020. Gli altri progetti Star Wars su Disney Plus, incluso quest'ultimo, non hanno ancora una data d'uscita ufficiale, nonostante a quanto pare si sia già iniziato a lavorare anche sulla terza stagione 3 di The Mandalorian

Il futuro di Star Wars sul piccolo schermo

"La priorità nei prossimi anni è la televisione", ha dichiarato a febbraio Bob Iger della Disney parlando del futuro di Star Wars. Tre nuovi film di Star Wars sono in programma per il 2022 e gli anni seguenti, ed è chiaro che The Mandalorian ha contribuito al successo quasi istantaneo di Disney Plus, che ha raggiunto praticamente subito i 50 milioni di utenti.