Skip to main content

I migliori software per la gestione aziendale del 2020

Best project management software
(Image credit: RawPixel / Pexels)

I software per il project management possono aiutare le persone che lavorano in autonomia e in team a semplificare l’organizzazione, l’esecuzione e il completamento delle mansioni.

Indipendentemente dal fatto che si lavori su documentazione cartacea o tramite fogli elettronici, oggi i project management software offrono una vasta gamma di strumenti pensati per migliorare la produttività e semplificare la gestione delle attività.

Di solito, le suite di questo tipo offrono la possibilità di definire i team e consentire le comunicazioni fra i membri, l’assegnazione di mansioni secondarie specifiche con date di scadenza e obiettivi e includono funzionalità come calendari interattivi, rapporti sullo stato di avanzamento dei lavori e dati statistici per l’elaborazione dei dati sui flussi di lavoro.

Ma, ancora più importante, diverse piattaforme per il project management si integrano con altri applicativi, come quelli per la memorizzazione dei documenti in cloud, i software per i rapporti commerciali e i programmi di CRM

Ecco i migliori software per il project management.

  • Volete inserire la vostra azienda o i vostri servizi in questa guida all’acquisto? Inviate una richiesta via e-mail a desire.athow@futurenet.com (IN INGLESE) con l’URL della guida all’acquisto nella riga dell’oggetto.

Divider

Oggi il miglior software per il project management è Office 365
Sebbene si possa pensare al pacchetto Office di Microsoft principalmente come un suite per la gestione di documenti fogli di calcolo, in realtà oggi è una vera e propria piattaforma per la gestione dei progetti, dal momento che offre tutto quello che occorre, dai documenti all’archiviazione, dalle comunicazioni (via chat, VoIP o videoconferenze) ai controlli per l’amministrazione dei team.

E dal momento che Office 365 è una soluzione basata sul cloud, ciò rappresenta un miglioramento rispetto alla precedente piattaforma Office scaricabile, dato che può essere usata su qualsiasi computer, dispositivo mobile o smartphone, senza alcuna preoccupazione in termini di compatibilità. Tutti i file vengono salvati in cloud e sincronizzati fra i vari dispositivi, in modo da poter lavorare a un documento da casa o in ufficio per poi proseguire in movimento. 

Potete iscrivervi a Office 365 qui.

I migliori software per il project management a colpo d’occhio

  1. Asana
  2. Trello
  3. LiquidPlanner
  4. Basecamp
  5. Podio

Asana

(Image credit: Asana)

1. Asana

Piattaforma focalizzata su team e monitoraggio

Funzioni di monitoraggio utili
Basata sul cloud
Orientata ai team

Asana è una soluzione per il project management di cui sicuramente avrete sentito parlare, anche se non l’avete ancora usata. Sebbene offra numerosissime funzioni molto utili per aumentare la produttività, il focus principale ricade sul monitoraggio.

L’app consente di creare elenchi di cose da fare e promemoria, per non perdervi neanche una scadenza. Inoltre, potete aggiungere tempi di consegna, colleghi, istruzioni per le attività e commenti sui vari punti. Potete anche condividere immagini da altre app (come Google Drive) direttamente su Asana. E ancora più importante, potete monitorare praticamente qualsiasi aspetto gestito da voi e dai colleghi in modo semplicissimo, per far sì che i progetti procedano senza intoppi ed entro i tempi stabiliti.

Se volete tenere traccia delle persone assegnate a determinati progetti, potrete elaborare un elenco di team e singoli individui, inoltre la funzione di ricerca vi aiuterà a individuare facilmente le attività già portate a termine.

Asana offre un livello gratuito denominato Basic, con funzionalità e dashboard limitate. Passando al livello Premium, al costo di € 10,99 al mese per persona (con fatturazione annuale), otterrete l’utilizzo illimitato, senza restrizioni al numero di membri e un numero maggiore di funzionalità, fra cui una nuova funzione per le scadenze e campi personalizzati.

Leggete la nostra recensione su Asana

Trello

(Image credit: Trello)

2. Trello

Una soluzione molto popolare per il project management

Supporto multi-piattaforma
Basata sul cloud
Supporta i team

Negli ultimi anni, Trello si è affermata come una delle applicazioni più popolari per il project management. Consente di organizzare i progetti lavorativi e personali tramite computer, tablet o smartphone. Come è noto, Trello viene utilizzato da aziende come Fender, Google e Kickstarter.

Potrete configurare schede per organizzare ogni aspetto delle attività lavorative, delegare le mansioni ad altri colleghi, ottenere flussi di lavoro personalizzati, aggiungere elenchi di cose da fare, allegare file e commenti. L’idea lasciare l’utente libero di gestire tutti gli aspetti di un progetto all’interno dell’app, indipendentemente dal fatto che sia di tipo individuale o di gruppo.

La piattaforma è compatibile con computer Windows e Mac. Inoltre, sono disponibili le app per dispositivi Android e iOS. A queste si aggiunge una versione appositamente ottimizzata per iPad Pro. Qui, le schermate sono più grandi sono state inserite diverse scorciatoie e-mail estremamente utili per velocizzare ulteriormente i progetti. Il download è gratuito, ma tale versione presenta un limite di 10 MB per gli allegati.

Il livello a pagamento, denominato Business Class, supporta allegati con dimensioni fino a 250 MB e offre ulteriori funzioni per circa € 8,90 al mese per utente, inclusa l’assistenza via e-mail con risposta entro un giorno e l’integrazione con altri servizi come Google Hangouts e Slack.

Leggete la nostra recensione di Trello.

LiquidPlanner

(Image credit: LiquidPlanner)

3. LiquidPlanner

Non perdetevi più una scadenza

Pianificazioni smart per dare la priorità al lavoro
Insieme di funzioni di livello aziendale
Prova gratuita di 14 giorni
Costosa

LiquidPlanner offre una solida gamma di funzioni per il project management di livello aziendale. Infatti, l’azienda vanta fra i suoi clienti diverse fra le più importanti aziende Fortune 500 come Bayer, Cisco e Daimler.

Fra le funzioni, vale la pena citare Smart Schedule, un sistema di pianificazione intelligente che aiuta ad assegnare le priorità alle attività lavorative, allocando personale e risorse, per poi fornire una stima delle ore necessarie per il completamento. In questo modo, è possibile monitorare il progetto in base alle ore dedicate da parte del personale assegnato.

Invece, la funzione Resource Management mostra le ore investite da ciascun lavoratore e consente di monitorare le persone disponibili per l’assegnazione al progetto successivo. Tutti i dati vengono inseriti in dashboard estremamente chiare e comprensibili, in grado di integrarsi con i rapporti finanziari e delle tendenze.

Tenete presente che è disponibile una prova gratuita di 14 giorni per valutare l’eventuale acquisto di LiquidPlanner.

Leggete la nostra recensione di LiquidPlanner.

Basecamp

(Image credit: Basecamp)

4. Basecamp

Un efficace strumento per la collaborazione sui progetti

Possibilità di creare chat di gruppo
Una soluzione ormai consolidata
Costosa per le PMI

Basecamp è una delle soluzioni più longeve per il project management, dal momento che è disponibile da oltre dieci anni. Inoltre, gode ormai di una certa reputazione in termini di credibilità per le aziende che lavorano su progetti consistenti.

La versione più recente dell’app offre diverse funzioni utili, fra cui la possibilità di inviare messaggi diretti per discussioni rapide, stabilire un programma per ottenere solo le notifiche nelle ore di ufficio e mostrare apprezzamento nei confronti dei colleghi con il pulsante “Applauso”. Basecamp elimina la frammentazione dei flussi di lavoro e, come afferma l’azienda, mantiene “discussioni, attività, file, programmi e chat in unico luogo”.

Inoltre, esistono alcune funzioni utilissime per la gestione dei clienti. Ad esempio, potete salvare e monitorare feedback e approvazioni dei clienti in modo semplice, inoltre potete ottenere rapporti sull’andamento dei progetti. E quando è il momento di collaborare, potete creare le chat di gruppo.

La versione gratuita consente di lavorare a un massimo di 3 progetti e con fino a 20 persone, in modo da poter valutare il software nella sua interezza. Esiste un’unica versione a pagamento, dal costo circa € 88,12 al mese, che include tutte le funzioni e un numero illimitato di utenti. Ciò costituisce un ottimo affare per le aziende più grandi, anche se il costo potrebbe tagliare fuori le imprese più piccole.

Leggete la nostra recensione di Basecamp.

Podio

(Image credit: Podio)

5. Podio

Un’app orientata alla comunicazione per raccogliere le idee sui progetti

Offre acquisti nell’app
Funzione di messaggistica istantanea molto utile
I piani Premium sono costosi

Podio è stata concepita per i professionisti sempre a lavoro su vari progetti e costantemente impegnati a raccogliere nuove idee. In tutto il mondo, sono più di 400 mila le aziende che l’hanno adottata, fra cui Sony, Volvo e la NFL.

L’app Podio consente di creare attività e personalizzarle in base ai flussi di lavoro, con un occhio di riguardo verso scadenze e responsabilità. Inoltre, la funzione di messaggistica istantanea integrata consente di condividere le idee e vedere come se la cavano gli altri con le attività in delega. Inoltre, è disponibile un utile strumento per ricevere subito feedback senza dover inviare svariate e-mail.

Sono disponibili integrazioni con servizi di terzi quali Dropbox e Google Drive, pertanto sarà possibile condividere contenuti in modo semplice e rapido. Podio è disponibile in varie lingue, fra cui francese, tedesco, danese, cinese, spagnolo e russo.

Sul web, è disponibile un livello gratuito con un limite di cinque membri nel team. Il piano Basic parte da circa € 8,02 al mese per utente.

Leggete la nostra recensione di Podio

Altri software per il project management da prendere in considerazione

Wrike è una suite progettata per migliorare la produttività tramite strumenti mirati a semplificare la pianificazione e migliorare la collaborazione, alleggerendo anche i flussi di lavoro. I rapporti e gli aggiornamenti di stato sono disponibili in tempo reale. Le possibili integrazioni, inoltre, sono numerose e includono Salesforce, G Suite, Github, Microsoft, Box e Adobe. Potete accedere a una versione gratuita che copre fino a 5 utenti, mentre la versione Professional supporta fino a 15 utenti al costo di circa € 8,73 al mese. Infine, è disponibile un piano Business più completo al costo di circa € 21,38 per utente, con un massimo di 200 utenti.

Zoho Projects è uno strumento per il project management che consente agli utenti di pianificare, organizzare e collaborare sui progetti, usando i diagrammi di Gantt per una visualizzazione dettagliata dei progressi e dei programmi. Sono disponibili anche opzioni per la gestione dei documenti e del tempo, nonché per il monitoraggio e la correzione degli errori. Le integrazioni disponibili includono Slack, Google, Dropbox e varie altre suite di Zoho. I prezzi variano in base al numero di utenti, di progetti e dal livello di complessità delle funzioni richieste.

Monday.com consente di trascinare facilmente le informazioni in modalità drag-and-drop per lo sviluppo dei progetti da gestire, tramite pianificazioni, attività e assegnazione del personale a determinati progetti. Sono disponibili varie dashboard e automazioni per semplificare l’intero processo di gestione. Fra le integrazioni disponibili, spiccano quelle per l’archiviazione dei documenti come Google Drive e Dropbox, così come altri programmi come Mailchimp. I prezzi variano in base al numero di funzioni e la quantità di spazio di archiviazione online richiesti, tuttavia i piani si aggirano intorno a circa € 22-52 al mese per utente.