I migliori giochi VR: i migliori giochi VR per mobile, console e PC

null
Image credit: Rawpixel / Unsplash

La realtà virtuale (VR) è stata per anni sul punto di diventare mainstream, ma che sia per colpa del marketing, della mancanza di grandi giochi o di hardware davvero costoso, non è mai decollata. Almeno non fino a oggi.  

Giochi VR in arrivo

Vacation Simulator

Quando Owlchemy Labs pubblicò Job Simulator, nel 2016, ce ne innamorammo all’istante. In un mondo straripante di “simulatori” che arrivavano da ogni direzione, Job Simulator era una ventata di aria fresca. Così quando Vacation Simulator su confermato ufficialmente, alcune settimane fa, abbiamo trattenuto a fatica l’emozione.

Defector (Esclusiva Oculus Rift)

Twisted Pixel, gli sviluppatori di Wilson’s Heart, ci riprovano. Stavolta hanno creato un intenso gioco di spionaggio, e la prima impressione che ci ha dato è quella di essere più fedele allo stile di Mission Impossible rispetto ai giochi ufficiali ispirati alla famosissima saga.

Blood and Truth (Esclusiva Playstation VR)

Blood & Truth rappresenta in un certo senso il secondo capitolo di Londo Heist, un titolo disponibile per PlayStation VR Worlds. Il primo è statopoco più di una dimostrazione, dal quale è stata recuperata l’idea di base: abbiamo ancora uno shooter su binari, ma più spettacolare e con una storia più complessa. 

La crescente attenzione, tra le altre cose, porta anche alla creazione di nuovi videogiochi VR. Continuiamo a trovarne di nuovi che vale la pena di provare, alcuni dei quali - come Defector - sono forieri di grandi promesse. 

Quindi se volete immergervi in mondi incredibili e portare la vostra avventura al livello successivo, siete nel posto giusto.

Tra Oculus Rift, HTC Vive, PlayStation VR e il recente Oculus Go, il rumore mediatico sulla VR non fa che crescere, e (finalmente) sembra che stavolta non sia destinata a morire.  

Il rumore mediatico significa anche che sempre più sviluppatori stanno creando giochi per la realtà virtuale. Continuiamo a trovarne di nuovi che vale la pena di provare, e alcuni come Defector portano con sé grandi promesse. 

Quindi se vi interessa tuffarvi in mondi incredibili e portare le vostre avventure al livello successivo, questo è il posto giusto.

Virtual improvement

La corsa della VR continua ad accelerare, ed è lecito aspettarsi sempre più giochi a sostituire e migliorare quelli attuali. Tornate quindi a controllare questo articolo di tanto in tanto. 

Per il momento, questa è la nostra lista dei migliori giochi VR. Ognuno di essi merita un’occhiata se avete hardware VR, e alcuni valgono da soli la pena di comprare uno dei migliori headset VR per goderseli al meglio.  

Ce n’è per tutti i gusti, quindi tirate fuori il vostro PSVR, HTC Vive o il vostro Oculus Go headset e preparatevi a scoprire i migliori giochi VR in circolazione. 

 Fallout 4 VR (Esclusiva HTC) 

Il leggendario titolo open-world post apocalittico di Bethesda è stato adattato per la VR nel 2017. Oggi, grazie al tracciamento dei movimenti e al controllo del movimento, Fallout 4 VR è un titolo ancora più ambizioso della versione originale. Una scelta obbligata per chiunque possieda un HTC Vive.  

Nella recensione del gioco originale ci era piaciuto il mondo vasto e ricco di dettagli, le missioni secondarie e la colonna sonora coinvolgente.  

Edge of Nowhere (Esclusiva Oculus Rift) 

Image credit: Insomniac Games

Image credit: Insomniac Games

Questa avventura in terza persona ha come protagonista Victor, in una missione che lo vede impegnato alla ricerca della sua fidanzata Ava, persa durante una spedizione in Antartico. 

Per trovare Ava dovrete guidare Victor nella tundra, affrontare mostri spaventosi e imponenti muri di ghiaccio, lungo un viaggio che lo farà affondare un po’ alla volta nella follia

Beat Saber (multipiattaforma) 

Image credit: Beat Games

Image credit: Beat Games

Dance Dance Revolution incontra Star Wars; Guitar Hero incontra Tron; tutto questo in VR, grazie a Beat Saber. Questo nuovo rhythm game chiede al giocatore di muoversi a ritmo e allo stesso tempo usare la spada laser per tagliare dei blocchi colorati secondo una direzione precisa. Il tutto schivando degli ostacoli. 

Beat Saber al momento è in early access per HTC Vive, Oculus Rift, e dispositivi Windows Mixed Reality. Ufficialmente quindi è un gioco non finito, ma ciò nonostante ha già accumulato molte recensioni positive su Steam. Se volete ballare, brandire una spada laser e sudare un po’, date un’occhiata a Beat Saber.

Astro Bot: Rescue Bot (Esclusiva PlayStation VR) 

Image credit: Sony Interactive Entertainment

Image credit: Sony Interactive Entertainment

Se avete un PlayStation VR, fermatevi subito, accendete la PS4 e comprate Astro Bot: Rescue Mission. Se al PlayStation VR mancava un “titolo killer”, ora ce l’ha. Astro Bot: Rescue Mission non è solo un fantastico platformer in VR; è un fantastico gioco platoform e basta. 

È ricco della brillante creatività che ci aspetteremmo da un gioco della serie Mario. Astro Bot: Rescue Mission sfrutta la Realtà Virtuale con un’immaginazione così fervida che in confronto tutti gli altri giochi sembrano sciatti. Con livelli che si sviluppano intorno al giocatore, e con trovate che un po’ spezzano e un po’ deliziano le attese, non assomiglia a niente che si sia visto in precedenza. 

Tetris Effect (Esclusiva PlayStation VR) 

Image credit: Enhance Games

Image credit: Enhance Games

È difficile descrivere a parole Tetris Effect. Fondamentalmente si gioca una normale partita a Tetris, tranne per il fatto che cambia l’ambiente in cui ci si trova. Ogni livello ha le sue caratteristiche visive e musicali. Per esempio, c’è un livello subacqueo in cui si sentiranno rumori corrispondenti e delle balene ci gireranno intorno. 

È un’esperienza psichedelica e ipnotica, qualcosa che tutti dovrebbero avere il privilegio di provare. 

The Talos Principle VR (Multipiattaforma) 

Image credit: Croteam

Image credit: Croteam

Se volete un puzzle game brillante, vale la pena di dare uno sguardo a The Talos Principle. E se volete anche un’esperienza in Realtà Virtuale, allora c’è The Talos Principle VR, un gioco che riprende in tutto e per tutto la versione originale ma con pieno supporto alla VR. Offre ai giocatori tutte le opzioni di movimento che servono e tre modalità di gioco: stanza intera, in piedi o seduti.

Il gioco porta il giocatore in uno strano mondo dove dovrà risolvere puzzle sempre più complessi. Tanto la versione normale quanto quella VR hanno ricevuto caldi apprezzamenti dai giocatori e i nostri colleghi di PCGamer hanno dato al gioco originale un ottimo voto.  

Robo Recall (esclusiva Oculus Rift) 

Image credit: Epic Games

Image credit: Epic Games

Robo Recall è tra le esperienze VR più raffinate. Ci porta in un mondo futuristico dove i robot sono ovunque e tutto funziona a meraviglia finché un’AI impazzisce dopo aver scoperto Internet e tutti i video di gattini; successivamente infetterà tutti i robot. 

Robo Recall, sviluppato dallo stesso studio di Borderlands, è in parte un’opera burlesca, nella quale ci viene richiesto di “richiamare” (leggi “distruggere”) tutti i robot malfunzionanti. L’altra parte è uno sparatutto pazzesco, con sciami di robot che ci attaccano, e a cui dovremo rispondere con un arsenale di armi migliorabili, con il teletrasporto e la funzione “slow time” - nonché un bel po’ di creatività. 

Niente è come come afferrare un robot e usarlo come scudo nella sinistra, lanciare la pistola contro un nemico con la destra, solo per riprenderla al volo dopo che gli è rimbalzata in faccia e ricominciare a sparare. Nonostante l’alta intensità, questo gioco è anche una delle esperienze VR più gradevoli e sopportabili per chi ha il problema della motion sickness. 

Robo Recall è un’esclusiva Oculus nonché, senza dubbio, una buona ragione per imparare come giocare su Oculus

Echo Arena (Esclusiva Oculus Rift) 

Image credit: Oculus Studios

Image credit: Oculus Studios

Echo Arena è uno sport del tutto nuovo inventato apposta per la VR, e gratuito per chi possiede un Oculus Rift. Nel gioco, squadre di robot se ne svolazzano a gravità zero, cercando di afferrare un disco e di fare punto lanciandolo nella porta avversaria.

Potrebbe sembrare una cosa semplice, ma a rendere il gioco interessante sono le interazioni tra giocatori. Tramite i controlli touch di Oculus, infatti, ci si può scontrare quasi fisicamente con gli altri, e stordirli con un colpo alla testa. Un’altra abilità determinante nel gioco è la possibilità di “cavalcare” un altro giocatore, prendendo poi una posizione aerodinamica per raggiungere velocità folli. È uno sport selvaggio, diverso da qualsiasi cosa possiate aver visto in passato. E visto che è gratis, anche una decisione molto facile. 

Skyrim VR (multipiattaforma) 

Image credit: Bethesda Softworks

Image credit: Bethesda Softworks

Ormai Skyrim non dovrebbe aver bisogno di alcuna presentazione. È stato pubblicato più volte, e non manca una versione VR per Oculus Rift, PlayStation VR e HTC Vive. Il che lo rende la più grande avventura che abbiamo mai visto in VR. 

Skyrim VR include il gioco base e le espansioni Dawnguard, Hearthfire e Dragonbon. Non è un gioco perfetto, la grafica ormai è datata (ma si può migliorare con le mod), e c’è qualche imperfezione dovuta al fatto che non è stato progettato per la VR dall’inizio. Ma comunque sia, ne vale la pena. 

Sprint Vector (Multipiattaforma) 

Image credit: Survios

Image credit: Survios

Sprint Vector è un gioco di corsa unico nel suo genere visto che vi farà fare parecchio esercizio. Il gioco vi mette nei panni di un atleta, rapito e obbligato a correre, su una serie di mondi alieni. Per vincere dovrete muovere le bracciacosì da accelerare fino alla massima velocità. 

Sprint Vector ha una grafica da cartoon e include dei potenziamenti in stile Mario Kart. Se cercate un po’ di divertimento e anche l’occasione di sudare un po’, Sprint Vector fa al caso vostro. Nelle nostre prove abbiamo sentito la fatica già dopo un paio di corse e i nostri fitness trackers avrebbero di certo applaudito se avessimo completato tutte le ventuno prove. 

Moss (esclusiva PlayStation VR) 

Image credit: Polyarc Inc.

Image credit: Polyarc Inc.

Dopo un’attesa che è sembrata eterna, Moss è finalmente arrivato su PlayStation VR a febbraio 2018. Quill, la protagonista, potrebbe sembrare minuscola (e ha la coda), ma Moss sfrutta le sue dimensioni per dare al giocatore la prospettiva di un roditore. 

Questo gioco è un’avventura VR adatta alle famiglie, nela qual dovrete guidare Quill tra foreste e rovine, farle superare i nemici e prendere il controllo di elementi presenti nei livelli per risolvere i puzzle. L’obiettivo è salvare lo zio di Quill e, grazie al doppio controllo sull’eroina e sull’ambiente circostante, Moss è un sistema perfetto per sfruttare la potenza della Realtà Virtuale.

Marvel Powers Unite VR (esclusiva Oculus) 

Marvel Powers Unite offre un’esperienza fresca e ricca di colori, efficace nel farci sentire un personaggio dei fumetti. Il gioco usa molto bene le proporzioni e le possibilità della VR: come Hulk potrete torreggiare sui nemici, mentre nei panni di Rocket Racoon vi sentirete piccoli, svicolando tra i piedi dei nemici prima di prendere il volo con il jetpack e godere così di una visuale a volo d’uccello.  

Leggi la nostra recensione: Marvel Powers Unite 

From Other Suns (Multipiattaforma) 

Image credit: Gunfire Games

Image credit: Gunfire Games

Questo gioco per Oculus Rift è pieno di azione e si può giocare da soli oppure in gruppo con (fino a) altri tre giocatori. 

In una corsa per tornare sulla Terra, dovrete affrontare pirati e robot letali, prima che antichi alieni spazzino via tutto ciò che si para loro davanti.  

Arktika.1 (esclusiva Oculus Rift) 

Image credit: 4A Games

Image credit: 4A Games

Arktica.1 è stato sviluppato da 4A Games, cioè lo studio che ha creato Metro 2033 e Metro: Last Light. In questo gioco l’apocalisse nucleare lascia posto a un’era glaciale futura che ha bloccato il mondo. 

Usando i controlli Oculus Touch per gestire armi e strumenti, in ogni mano, il giocatore dovrà affrontare le lande ghiacciate e i pericoli che nascondono, umani e animali. Arktica.1 è uno shooter sviluppato da zero per la Realtà Virtuale. 

Elite: Dangerous (Multipiattaforma) 

Image credit: Frontier Developments

Image credit: Frontier Developments

Il franchise Elite ha ormai più di trent’anni ma è ancora più che vivo, grazie agli sforzi del creatore David Braben per riprendersi i diritti. 

Elite: Dangerous recupera elementi del primo gioco, come il commercio, l’esplorazione, il combattimento e l’universo generato in modo automatico. Ed è un gioco per gente del 21esimo secolo. È rappresentato come tale persino nella sua descrizione della nostra galassia nel futuro. 

Si tratta di un massive multiplayer online. Esplorare la prossima frontiera non è mai sembrato così reale né così connesso. Elite: Dangerous è un gioco che ci si gode meglio online e in VR. 

Keep Talking and Nobody Explodes

Image credit: Steel Crate Games

Se conoscete qualcuno disposto da stampare il manuale di 23 pagine, Keep Talking and Nobody Explodes è il nuovo Mario Party, nel senso che porterà i vostri amici a odiarvi.

Sviluppato da Steal Crate Games, Keep Talking and Nobody Explodes richiede una grande attenzione da parte dei giocatori (da 2 a 6). Mentre un giocatore lavora per disinnescare una bomba, gli altri devono fornirgli istruzioni precise per riuscirci. 

Keep Talking and Nobody Explodes richiede un grande collaborazione tra i giocatori, e può essere molto divertente con le persone giuste. È persino più divertente in VR, che usiate un Samsung VR o un Oculus Rift. Tenete presente che il gamepad è opzionale nella versione Gear VR, ma necessario in quella Oculus Rift. 

Job Simulator (Multipiattaforma) 

Image credit: Owlchemy Labs

Image credit: Owlchemy Labs

Nell’anno 2050 molti mestieri - come chef e meccanico - non esistono più, sostituiti anni addietro dai programmatori e dalle intelligenze artificiali che hanno creato. Job Simulator parte da questo presupposto e trasforma i lavori odierni in pezzi da museo che potremo rivivere in VR. 

Il museo è anche un parco tematico ed è gestito da robot, che naturalmente non ricordano le cose con molta precisione. 

Come chef, per esempio, si fa la pizza mettendo nel microonde un pezzo di pane con sopra un pezzo di formaggio. Ci sono quattro lavori in totale: impiegato, chef, commesso e meccanico di auto, ognuno con la sua interpretazione sarcastica.

Rick and Morty Simulator: Virtual Rick-ality (Multipiattaforma) 

Image credit: Adult Swim

Image credit: Adult Swim

Tecnicamente Rick and Morty Simulator: Virtual Rick-ality è molto simile all’altro lavoro di Owlchemy Labs, Job Simulator. 

Ma dietro alla semplice avventura condita di rompicapi da completare usando elementi mentali c’è anche la stessa intelligente satira che rende Job Simulator una preziosa esperienza VR. Questa è ancora migliore perché c’è l’attore originale di Rick e Morty, Justin Roiland. 

Il valore che darete a Virtual Rick-ality dipende molto da quanto (o se) amate la serie animata. Se vi sono piaciuti gli episodi, allora dovete provare questo gioco VR. Se ne avete visto qualcuno e non vi sono piaciuti, invece, allora Rick and Morty Simulator forse non fa per voi. 

Resident Evil 7: Biohazard (esclusiva PlayStation VR) 

Image credit: Capcom

Image credit: Capcom

La maggior parte dei migliori giochi VR sono esperienze brevi, poco più che assaggi. Ecco perché Resident Evil 7: Biohazard rappresenta una ventata d’aria fresca, anche se si tratta di aria spaventosa e dalle tinte horror. Potete giocarci su PC, Xbox One e PS4 in modo tradizionale, ma questo è il primo capitolo della saga progettato specificamente per la Realtà Virtuale; e infatti è anche il primo a usare una prospettiva in prima persona.

Non aspettatevi però di potervi fare strada sparando, perché Capcom ha riportato Resident Evil alle sue origini di survival horror. Dovrete quindi pianificare le vostre azioni tatticamente per sopravvivere ai mostruosi nemici. Si gioca nei panni di Ethan Winter, abitante di Dulvery, Louisiana, la cui moglie è scomparsa da tre giorni: dovrete esplorare una casa deserta e scricchiolante per trovarla.

Il gioco si svolge in un unico luogo però, quindi non aspettatevi niente di troppo caotico, a parte qualche occasionale spavento. 

Batman: Arkham VR (Multipiattaforma) 

Image credit: Rocksteady Studios

Image credit: Rocksteady Studios

La serie dei giochi Batman: Arkham è terminata sulle piattaforme tradizionali, ma c’è anche il capitolo VR da prendere in considerazione. È il seguito di Arkham Knight che praticamente nessuno si aspettava. Poco dopo che Rocksteady Studios aveva annunciato che il terzo gioco della serie Batman sarebbe stato l’ultimo, rivelarono l’arrivo di questo titolo in esclusiva PlayStation VR; successivamente sarebbe arrivato anche sulle altre piattaforme. 

Batman: Arkham VR è una storia investigativa indipendente, più che un sequel o un prequel degli altri giochi. Non dovrete mettere al tappeto i nemici in una versione VR dei popolari combattimenti; aspettatevi invece una missione di circa 90 minuti incentrata sulla narrazione, a un costo inferiore rispetto agli altri Batman.  

Arizona Sunshine (Multipiattaforma) 

Image credit: Vertigo Games

Image credit: Vertigo Games

I giochi VR di lunga durata sono una rarità, questo è il primo elemento che permette ad Arizona Sunshine di distinguersi.

Nel gioco dovremo esplorare un Vecchio West infestato di zombie. È un’esperienza approfondita e dettagliata, molto più profonda rispetto alla maggior parte degli altri giochi che possiamo definire arcade. 

Ci si muove teletrasportandosi, il che permette di coprire facilmente grandi distanze senza problemi di motion sickness. Si carica o si cambia l’arma portando la mano alla cintura. 

Diverso da altri giochi VR che abbiamo provato, Arizona Sunshine sembra ciò che i giochi VR sono destinati a diventare, una volta che si danno agli sviluppatori il tempo e il denaro necessario a sviluppare giochi complessi. 

Ma nell’immediato esplorare vecchie miniere con un revolver in una mano e una torcia malfunzionante nell’altra è semplicemente divertente, anche se ci si trova a giocare solo mezz’ora alla volta per contenere l’ansia.  

Surgeon Simulator 2013 (Multipiattaforma) 

Image credit: Bossa Studios

Image credit: Bossa Studios

Surgeon Simulator 2013 si concentra sugli alieni. Invece di fuggire, però, dovrete farvi strada al loro interno. Gli obiettivi sono simili a Job Simulator, ma Surgeon Simulator 2013 vi mette di fronte alla vostra incapacità di svolgere operazioni chirurgiche avanzate, come un trapianto di cuore; esaltando il tutto con le caratteristiche uniche della Realtà Virtuale. 

Il gioco ha compatibilità originale con Oculus Rift, mentre la versione Surgeon Simulator VR: Meet the Medic è disponibile gratuitamente su Steam per HTC Vive. Una versione più recente e multipiattaforma è accessibile su Steam e PlayStation store

Minecraft VR (Multipiattaforma) 

Image credit: Mojang

Image credit: Mojang

È ufficiale: il più famoso gioco di costruzione a blocchi è finalmente anche in VR. Minecraft Windows 10 Edition è infatti disponibile per Oculus Rift, ma non dovrete comprare il visore per godervelo. 

Infatti potete giocarci anche con Samsung Gear VR e avere tutte le funzioni della versione per Oculus. Supporta anche le piattaforme Windows Mixed Realityed è presenta anche una modalità teatrale, nel caso la visione a 360 gradi vi faccia venire la nausea. 

Difficile affermare cosa ci piace di più in Minecraft VR, se giocare a nascondino con i mostri notturni o scavare in profondità come talpe impazzite. Probabilmente un po’ entrambe le cose. 

Eve: Valkyrie (Multipiattaforma) 

Image credit: CCP Games

Image credit: CCP Games

Ebbene sì, Eve: Valkyrie potrebbe farvi stare un po’ male. Ma un’esperienza epica non val bene un po’ di malessere? Eve: Online era nato come una semplice ma spettacolare dimostrazione tecnica dello sviluppatore islandese, ma si è evoluto in uno sparatutto a squadre velocissimo ambientato nello spazio. 

È un gioco incentrato sul combattimento, che per questo può essere un po’ meno realistico e leggermente più viscerale rispetto ai suoi concorrenti - con un risultato più arcade. Forse non può funzionare a lungo termine, ma se state cercando qualcosa che vi faccia capire senza mezzi termini cosa si può avere su Oculus Rift, allora troverete una risposta in Eve: Valkyrie.  

Star Trek: Bridge Crew (Multipiattaforma) 

Image credit: Ubisoft

Image credit: Ubisoft

Questo gioco rende il gioco in VR un’esperienza sociale perché vi mette in squadra con altri tre giocatori al controllo di una nave stellare della Federazione nel mondo di Star Trek. 

C’è anche una modalità single-player a dire il vero, ma Star Trek: Bridge Crew è senz’altro meglio se giocato insieme agli amici. Ci si troverà presto ad anticipare le richieste e i bisogni degli altri, e ad agire di conseguenza. 

Se non avete amici che usano il vostro stesso headset non dovete preoccuparvi, perché Ubisoft ha incluso il gioco multipiattaforma, quindi i giocatori potranno fare squadra anche se usano PlayStation VR, Oculus e Vive, e affrontare i Klingon insieme. 

Dear Esther (esclusiva Oculus Rift) 

La VR è fantastica nella sua capacità di farci sentire presenti in un mondo, anche se interagire a volte può essere difficile. Il che è perfetto per “simulatori di camminata” come questo. 

Dear Esther è un gioco esplorativo, dove dovrete camminare su una remota isola scozzese, dalle sue profondità alle sue vette, mentre il vostro personaggio medita sulla 

Potrebbe sembrare l’adattamento di un romanzo di J.G. Ballard, ma è un gioco in cui girovagare diventa splendido.

Farpoint (Esclusiva PlayStation VR) 

Image credit: Sony

Image credit: Sony

C’è voluto un costoso controller PS VR Aim, ma con Fairpont Sony ha dimostrato che uno sparatutto in prima persona è possibile anche in Realtà Virtuale. C’è una sola campagna che dura circa cinque ore, non molto, ma non bisogna confondere la durata con la qualità. Sotto ogni punto di vista, Fairpoint è un gioco completo e con una grande varietà di nemici; la possibilità di usare gli stick analogici, poi, offre ancora maggiore controllo. 

A differenza di molti altri giochi progettati per la VR, non c’è il rischio di confondere Fairpont per una demo. La storia, raccontata tramite cutscene a camera fissa, non è proprio appassionante ma è scritta decentemente. Inoltre, se non vi dovesse bastare l’esperienza individuale, è possibile giocare in due con la modalità cooperativa online e affrontare così livelli progettati per sfidarsi a chi fa più punti. Se trovate l’Aim Controller troppo stancante, infine, si può sempre giocare con il DualShock 4.  

Subnautica (Multipiattaforma) 

Image credit: Unknown Entertainment

Image credit: Unknown Entertainment

Subnautica sembra un semplice gioco di immersione, finché non ci si accorge che non c’è nessun pesce riconoscibile … né il cielo, né il sole. 

Si tratta in effetti di un gioco di sopravvivenza su un lontano pianeta oceanico. Dovrete fabbricarvi il vostro equipaggiamento, pilotare sottomarini e terraformare l’ambiente acquatico affinché possa accogliere il genere umano. Si tratta di sopravvivere all’ostile vita locale, ai vulcani, a meduse grandi come aerei. Subnautica non è fatto specificamente per la VR e ha un supporto limitato, ma è comunque una bella esperienza da provare.

Lucky's Tale (Esclusiva Oculus Rift) 

Image credit: Playful Corp.

Image credit: Playful Corp.

Lucky's Tale is one of two games (the other being multiplayer dogfighting shooter EVE: Valkyrie) being bundled with the Oculus Rift, and it's an intriguing little platformer. Think Mario 64 spliced with Crash Bandicoot, viewed with a third-person camera angle that you can manipulate by moving your head, and you'd be halfway there.

The VR element lets you peek at more of the level as you go along, which sounds gimmicky but actually introduces an exploration element as you tilt your head to reveal secrets in the level. It may not blow you away like other VR games will, but Lucky's Tale proves that VR can breathe new life into old, ostensibly dead genres.