Skip to main content

Le migliori app di produttività gratuite e a pagamento del 2022

PRICE
VERDICT
REASONS TO BUY
REASONS TO AVOID
VERDICT
REASONS TO BUY
REASONS TO AVOID
Woman on a customer service call
(Immagine:: Shutterstock)

Scegliere fra le migliori app di produttività è un passaggio quasi obbligatorio al giorno d'oggi, considerato che lo smart working è ormai abbastanza diffuso.

Distrazione e perdita di produttività, in particolar modo quando occorre usare varie applicazioni e piattaforme software, passando costantemente da una all’altra, sono i rischi principali che corriamo in questa fase della nostra vita lavorativa.

Per fortuna, oggi sono disponibili diverse app di produttività mirate a garantire che team e persone siano in grado di lavorare con maggiore efficienza, mantenendo le comunicazioni in un’unica piattaforma di sviluppo che elimini l’esigenza di cambiare costantemente login.

Le funzionalità principali delle app per la produttività si devono concentrare sulla collaborazione e sulla gestione aziendale, in modo che le persone possano restare in contatto con il proprio team indipendentemente dalle posizioni geografiche, nonché accedere a tutti gli aggiornamenti e le informazioni più importanti. Tutto ciò può avvenire in base a singoli progetti o a interi reparti, affinché i responsabili possano garantire che il lavoro venga svolto dalle persone giuste nel posto giusto.

Gli strumenti di gestione sono altrettanto importanti, al fine di assegnare la dovuta priorità ai programmi e alle mansioni rispetto alle scadenze definite, ad esempio nell’ambito della gestione del tempo e delle attività. L’interfaccia, inoltre, deve essere semplice e intuitiva, in modo che i responsabili non si blocchino sulla mera amministrazione generale. A ciò va aggiunta la considerazione che ogni elemento deve essere presentato in maniera chiara, affinché le informazioni relative alla gestione dei contatti siano facili da individuare e adoperare.

Esistono anche app per organizzare il lavoro in grado di agevolare produttività ed efficienza, semplificando le attività più complesse e rendendole più facili da svolgere. Ci riferiamo a qualsiasi mansione, dalla gestione dei backup al monitoraggio dei social media, fino alla gestione delle relazioni con i clienti.

Ecco alcune delle migliori app di produttività sul mercato, secondo le nostre preferenze, insieme a qualche altra da prendere comunque in considerazione.

Passate a:

Divider

La migliore app per la produttività: Microsoft 365

Microsoft 365

(Image credit: Microsoft)
(Si apre in una nuova scheda)

Microsoft 365 (Si apre in una nuova scheda)

La suite di produttività per ufficio originale, nonché la migliore in circolazione

Pro

+
Leader del mercato
+
Suite completa
+
Strumenti di lavoro essenziali
+
Basato su cloud

Probabilmente, pensando alle suite di produttività per ufficio, la prima piattaforma che salta in mente è Microsoft Office, nella sua nuova incarnazione su cloud chiamata Microsoft 365.

Ciò che ha reso Office il leader del mercato è il modo completo con cui è possibile gestire i dati tramite varie applicazioni, nonché passarli da un programma all’altro, per rendere il lavoro più efficiente e privo di intoppi. Grazie a Word, Excel, Powerpoint e Outlook, ovvero i programmi principali, è possibile gestire qualsiasi contenuto, da documenti a fogli di calcolo, da presentazioni a e-mail, soddisfacendo tutte le esigenze fondamentali in ambito lavorativo. Inoltre, OneDrive offre la possibilità di salvare i file ed eseguirne il backup online per la loro protezione.

Sebbene esistano alcune alternative a MS Office, la maggior parte dei rivali si limita a imitare Microsoft, anziché fornire nuove funzioni innovative. Per questo motivo, MS Office resta al primo posto in termini di completezza delle funzioni offerte. Anche se utilizzate una delle alternative disponibili, è estremamente probabile che vi ritroverete a utilizzare documenti in formati appositamente creati per MS Office, nonché a gestire dati provenienti da fornitori e clienti che usano tale piattaforma.

Sebbene MS Office abbia le sue criticità, in definitiva c’è da dire che nessun altro gestisce la produttività in ambito lavorativo meglio di Microsoft. E, infatti, non esiste ancora un degno rivale delle applicazioni di base offerte da Office. Con prezzi che partono da 6,99 dollari statunitensi al mese, la piattaforma si conferma anche una delle più accessibili.

Divider

Abbiamo messo in evidenza Microsoft 365 come la migliore suite di produttività, ma abbiamo raccolto anche un gran numero di ulteriori app per la produttività. Potete andare direttamente a:

I migliori software per la produttività del 2022

(Image credit: Asana)
(Si apre in una nuova scheda)

2. Asana (Si apre in una nuova scheda)

Organizzazione al massimo

Pro

+
Monitoraggio dei progetti
+
Integrazioni utili
+
Livello gratuito

Asana è presente sul mercato dal 2008, quindi possiamo considerarla un veterano della collaborazione. Infatti, aziende come Intel, Uber, Pinterest e TED si sono affidate ad Asana per la loro comunicazione di base.

La piattaforma è stata progettata per rappresentare un metodo semplice con cui le aziende possono monitorare l’attività dei dipendenti e ottenere i migliori risultati possibili. Asana consente di creare liste di attività da svolgere per i progetti in corso, impostare promemoria per le scadenze incombenti e inviare richieste ai colleghi. Inoltre, i membri del team possono assegnare commenti ai post all’interno dell’app.

Potete organizzare i progetti in formato elenco o pannello, con una funzione di ricerca che consente di individuare rapidamente le attività precedenti. In breve, Asana rappresenta un modo molto efficace per mantenere l’organizzazione al massimo e agevolare le conversazioni quando occorre fornire aggiornamenti sullo stato di avanzamento dei lavori.

Bitrix24

(Image credit: Bitrix24)
(Si apre in una nuova scheda)

3. Bitrix24 (Si apre in una nuova scheda)

Una suite ricca di strumenti aziendali efficienti

Pro

+
Gamma variegata di strumenti
+
CRM funzionale con report dettagliati
+
Account gratuito generoso

Bitrix24 offre una suite completa di strumenti aziendali efficaci con funzionalità di collaborazione, messaggistica istantanea, telefonia, gestione dei progetti, elaborazione dei documenti, pianificazione, gestione dei dipendenti e molto altro.

Se prediligete la semplicità, potete concentrarvi solo sull’ottimo CRM, un sistema molto funzionale e indipendente. I contatti e le comunicazioni vengono registrate, mentre i potenziali clienti e contatti vengono assegnati ai responsabili commerciali, con la possibilità di inviare e-mail, registrare le chiamate ed elaborare ed emettere preventivi e fatture. I report dettagliati offrono tutte le informazioni necessarie per restare aggiornati sulla situazione ed è disponibile un comodo accesso tramite l’app mobile.

Bitrix24 offre anche un account gratuito particolarmente generoso, con il supporto di 12 utenti e 5 GB di spazio di archiviazione. Se occorre di più, l’account Plus offre altre funzioni fino a un massimo di 6 utenti aggiuntivi con spazio di archiviazione online di 50 GB al costo di 69 dollari statunitensi al mese per utente.

Nel complesso, Bitrix24 costituisce una suite di strumenti molto efficace, particolarmente utile per le piccole imprese e le startup che devono ancora svilupparsi e crescere in termini di produttività, il tutto su un’unica piattaforma.

Trello

(Image credit: Image Credit: Trello)
(Si apre in una nuova scheda)

4. Trello (Si apre in una nuova scheda)

Dalle liste di cose da fare alla gestione di interi progetti

Pro

+
Facilissimo da usare
+
Integrazione con diversi servizi di terzi
+
Strumenti di collaborazione molto efficaci 

Trello è un servizio molto ben realizzato e popolare per la gestione, l’organizzazione e la condivisione di vari contenuti, dalle liste di cose da fare alle attività di gestione dei progetti più importanti.

Muovere i primi passi è semplicissimo: basta trascinare le schede sulla schermata di Trello. Le schede rappresentano attività singole, con priorità e scadenze. In alternativa, possono contenere liste di controllo più articolate, con file e immagini e collegamenti ipertestuali verso altre destinazioni.

Inoltre, è disponibile un’intera libreria di Power-Up, ovvero schede personalizzabili che consentono di integrare diversi servizi di terzi nel flusso di lavoro: Box, Evernote, GIPHY, GitHub, Hangouts, Join.me, Mailchimp, OneDrive, Salesforce, Slack, SmartDraw, SurveyMonkey, Twitter, ZenDesk e molti altri.

Trello offre tantissimi strumenti di collaborazione per gestire i progetti, nonché una serie di funzionalità davvero intelligenti che rendono il servizio particolarmente intuitivo. Per fare un esempio: il Power-Up Cloud Aging evidenzia le schede più vecchie che non ricevono accessi da un certo tempo, sfumandole, facendole letteralmente invecchiare con effetti come ingiallimento e carta rovinata. Non è solo un piccolo effetto visivo sfizioso, ma consente agli utenti di vedere a colpo d’occhio le schede utilizzate di meno o quelle che vengono aperte più di frequente, ottimo escamotage per risparmiare tempo!

La versione di base è gratuita, con una versione aziendale dotata di maggiori funzionalità, disponibile al costo di 9,99 dollari statunitensi al mese per utente.

Le migliori app di produttività gratuite del 2022

RescueTime

(Image credit: RescueTime)

1. RescueTime (Si apre in una nuova scheda)

Monitora le attività in background senza distrazioni

Pro

+
Discreto e non invadente
+
Multi-piattaforma

Contro

-
Dati cronologici limitati nell’app gratuita

RescueTime non si limita a monitorare il tempo trascorso in varie attività sul computer o sul cellulare (ad esempio l’accesso a determinati siti web o l’uso di app specifiche), ma lo fa in maniera automatica. L’esecuzione in background consente a RescueTime di registrare in maniera invisibile le attività senza distrarre l’utente.

È impossibile definire obiettivi e avvisi, in modo che tali obiettivi aiutino l’utente a migliorare le proprie abitudini lavorative. Consente di vedere come viene impiegata la giornata sui propri dispositivi digitali, in modo da comprendere meglio dove viene perso più tempo. La versione gratuita dell’app consente di osservare i dati degli ultimi tre mesi per l’analisi, mentre quella a pagamento, con pacchetti che partono da 6 dollari statunitensi al mese, non presenta alcun limite e include alcune funzionalità aggiuntive.

Per la maggior parte delle persone, la versione gratuita sarà più che sufficiente e, grazie alla disponibilità per macOS, Windows, Linux, iOS, Android e ChromeOS, sarà possibile monitorare le attività lavorative su più dispositivi e piattaforme.

Beeminder

(Image credit: Beeminder)

2. Beeminder (Si apre in una nuova scheda)

Monitoraggio di quasi tutte le attività per un uso migliore del tempo disponibile

Pro

+
Si connette a diverse app
+
Flessibile e adattabile 

Contro

-
Le “multe” non sono per tutti

Beeminder è uno strumento abbastanza unico, utilizzabile per monitorare e controllare ogni aspetto, dal jogging alle visite in palestra, fino alla registrazione della frequenza con cui scrivete o, ancora, alla gestione delle liste di cose da fare. È disponibile come app o utilizzabile online e offre la massima flessibilità, dal momento che siete voi a definire gli obiettivi e spetterà a voi registrare i progressi. Il servizio contiene anche un certo livello di gamification: l’obiettivo è restare entro la banda gialla, ovvero restare entro la media dei traguardi raggiunti.

È possibile monitorare qualsiasi attività traducibile in un grafico: dal numero di parole scritte a quello di ore lavorate, fino al numero di contratti firmati e restare entro lo spettro aureo può essere davvero stimolante. Se volete impegnarvi al massimo, potete anche aggiungere i dati della vostra carta di credito all’account e ricevere delle “multe” nel caso in cui non riusciate a restare entro i parametri stabiliti. Beeminder non è per tutti, ma è talmente unico che vale proprio la pena provarlo per vedere se fa al caso vostro.

Clockify

(Image credit: Clockify)

3. Clockify (Si apre in una nuova scheda)

Pro

+
Empty List

Contro

-
Empty List

Clockify prende spunto dall’operazione di timbro del cartellino all’inizio e alla fine di un turno di lavoro. Si tratta di uno strumento estremamente semplice ed è questo l’aspetto che lo rende tanto accattivante. Dopo tutto, se siete persone impegnate al lavoro, di certo non vorrete essere subissati da uno strumento troppo complicato per il monitoraggio delle vostre attività.

Fondamentalmente, Clockify è un cronometro molto elementare, in grado di registrare il tempo che impiegate lavorando su vari progetti. Basta avviare un timer, aggiungere etichette, descrizioni e dettagli sul progetto, per poi fermarlo una volta finito di lavorare. Potete configurare i vari timer affinché partano non appena aprite il browser, così da non dover ricordare di farlo ogni volta.

Clockify si integra con Trello, Asana, Jira, Todoist e molti altri e potete usare il sito web e le app per visualizzare rapporti dettagliati e vedere in che modo è stato ripartito il tempo impiegato per le varie attività. Se volete mantenere Clockify sempre disponibile senza dovergli dedicare una scheda sul browser, potete installare l’estensione per Chrome e Firefox con un solo clic. Inoltre, sono disponibili app per cellulari e versioni desktop per macOS, Windows e Linux.

4. Todoist (Si apre in una nuova scheda)

Un’app di gestione del tempo ideale per i team di piccole dimensioni

Pro

+
Monitoraggio della produttività e gestione delle mansioni
+
Consente la delega delle attività

Contro

-
Limitato a team di cinque persone

Todoist unisce la gestione del tempo e le liste di cose da fare, insieme a un tocco di gestione dei progetti. Sebbene abbracci vari generi, lo strumento è comunque molto intuitivo e consente di gestire più progetti in modo semplice, nonché vedere a colpo d’occhio le attività ancora da completare.

Il sito web o l’app offre una panoramica giornaliera o settimanale del lavoro da svolgere, gli appuntamenti in programma o qualsiasi altro aspetto decidiate di monitorare. Se lavorate con un gruppo di persone e ritenete che il carico di lavoro stia aumentando un po’ troppo, potrete delegare i compiti ad altri.

La versione gratuita pone un limite di cinque persone e di 80 progetti attivi, anche se potrebbe essere sufficiente per la maggior parte delle persone. In ogni caso, i piani Premium e Business sono disponibili a pagamento. Todoist offre l’integrazione con diverse app e servizi, così da inserirsi perfettamente nei carichi di lavoro esistenti.

5. Toggl (Si apre in una nuova scheda)

Pro

+
Monitoraggio manuale e automatico
+
Timer Pomodoro integrato 

Contro

-
Limitato a team di cinque persone

Toggl viene descritto dai propri sviluppatori come un sistema di monitoraggio incredibilmente semplice, una definizione alquanto accurata. Dando un’occhiata al sito web, vengono promosse principalmente le versioni a pagamento, tuttavia è disponibile una versione gratuita adatta a team composte da un massimo di cinque persone.

Toggl è disponibile per varie piattaforme e la sincronizzazione consente di passare da un dispositivo all’altro, monitorando senza interruzioni le attività. Esistono varie funzioni da scoprire, come il monitoraggio manuale e automatico delle attività, il timer Pomodoro, il rilevamento automatico dei tempi di inattività, promemoria, integrazioni con varie app e servizi e molto altro ancora.

Tuttavia, il bello di Toggle sta nella sua flessibilità e possibilità di personalizzazione. È possibile monitorare praticamente qualsiasi attività. I report dettagliati sono impressionanti, tuttavia è un peccato constatare l’assenza delle opzioni di fatturazione all’interno di un pacchetto di strumenti tutto sommato molto interessante.

Prendete in considerazione anche queste app di produttività

Abbiamo elencato qualche altra fra le principali app di produttività che potrebbero interessarvi, ma ce ne sono molte altre in circolazione. Ecco un elenco di quelle che, per un motivo o per un altro, si sono fatte notare.

Slack è un’importante piattaforma di comunicazione per la collaborazione dei team, integrabile con diversi strumenti di produttività e gestione dei progetti in modo diretto e semplice. Questo non significa che, di per sé, non si tratti di un ottimo strumento, anzi è da sempre all’avanguardia in termini di aspetto, design e funzionalità, tanto che molto spesso il suo stile è stato copiato.

Discord potrebbe sembrare più un’app di chat per videogiocatori, tuttavia si tratta di uno strumento abbastanza potente che consente di inviare messaggi, effettuare chiamate vocali e videoconferenze. Ed è gratuito! È disponibile su desktop e su mobile e, anche se potrebbe non apparire come uno strumento professionale, consente comunque di comunicare in videoconferenza con persone in tutto il mondo in modo semplice, intuitivo ed economico, dato che non occorre investire in hardware costoso o servizi in abbonamento.

Zoho è un’azienda che offre sempre vari servizi alle aziende e Zoho Cliq non fa differenza. È stato realizzato come piattaforma di comunicazione per i team e per la produttività aziendale e include funzioni come la videoconferenza nella versione gratuita. Come ci si può aspettare, Zoho Cliq si integra con altri prodotti Zoho, ma anche con Mailchimp, Zendesk, Trello e Dropbox. La versione illimitata a pagamento offre qualche funzione aggiuntiva ed è disponibile per circa 3 dollari statunitensi al mese.

Xenforo è una piattaforma software per i forum. Anche se potrebbe non essere la prima scelta come suite di produttività, può costituire un eccellente strumento di comunicazione e offre una vasta gamma di opzioni di personalizzazione. Non si tratta di un’app troppo orientata al mobile e occorre installare il proprio server, magari come spazio privato all’interno del proprio sito web aziendale. Di conseguenza, la configurazione richiede un po’ di competenze tecniche, ma una volta effettuata, l’utente ha il pieno controllo dei dati senza l’intervento di aziende esterne.

Monday.com è entrata da poco nel mercato delle suite di produttività e offre strumenti di collaborazione e comunicazione tra team per la lavorazione dei progetti. L’interfaccia è snella e semplice, tuttavia sono disponibili svariate funzionalità che la rendono elegante e intuitiva. Le integrazioni includono Slack, Dropbox, Google Drive ed Excel. I prezzi partono da 25 dollari statunitensi al mese per 5 utenti e aumentano in base al numero di funzioni o di utenti richiesto. 

Le migliori suite per ufficio mobili su Android

(Image credit: Image Credit: Google)
(Si apre in una nuova scheda)

1. WPS Office (Si apre in una nuova scheda)

Un’ottima suite per ufficio gratuita su Android

Pro

+
Gratis da installare
+
Suite completa per ufficio

Contro

-
Inserzioni invadenti

WPS Office è una suite per ufficio sviluppata dall’azienda cinese Kingsoft. La versione Android è stata pubblicata nel 2014 e occupa 34 MB. L’app è scaricabile gratuitamente, ma offre la possibilità di effettuare acquisti al suo interno con prezzi che vanno da 0,99 a 29,99 dollari statunitensi. La suite include WPS Writer, Presentation e Spreadsheet.

Il lettore PDF di WPS può convertire i file PDF in WPS e consente di leggere i file Adobe PDF. L’app supporta diversi tipi di formati, fra cui DOC, RTF, DOT, PPTX, TXT e HTML. Tutti i documenti sono interamente compatibili con Microsoft Office e Google Docs.

L’applicazione consente di crittografare in sicurezza i file tramite passkey, inoltre è possibile modificare i documenti senza timore di perdere il lavoro grazie all’opzione di salvataggio automatico. Le funzioni includono la possibilità di tenere traccia delle modifiche, scrivere commenti ed eseguire il controllo ortografico.

Un’altra funzione utile è la possibilità di presentare i documenti direttamente dallo smartphone (o dal tablet) su un TV o un proiettore compatibile. WPS per Android è disponibile in 47 lingue.

Lo svantaggio è che gli utenti non a pagamento dovranno accettare la visione di inserzioni pubblicitarie abbastanza invadenti.

(Image credit: Image Credit: Google)
(Si apre in una nuova scheda)

2. OfficeSuite (Si apre in una nuova scheda)

Una suite intuitiva con ottime opzioni di chat e collaborazione

Pro

+
Suite per ufficio e lettore PDF gratuiti
+
Facile da usare

Contro

-
La versione standard è molto elementare

OfficeSuite ha visto la luce come app mobile nel 2004 su Palm OS e ha offerto funzioni di sola lettura fino al 2009, anno in cui Sony ha richiesto una versione Android entro 12 settimane. L’obiettivo è stato raggiunto e OfficeSuite per Android ha salutato il mondo. Adesso, il prodotto rappresenta una suite di produttività multipiattaforma molto completa.

Sebbene OfficeSuite sia scaricabile gratuitamente, offre acquisti nell’app con prezzi che vanno da 1,49 a 49,99 dollari statunitensi in base all’articolo desiderato. Gli abbonamenti per uso personale costano 29,99 dollari all’anno, con l’opzione per gruppi di lavoro a 49,99 dollari per un massimo di cinque persone. Il livello Business costa 3,99 dollari al mese per utente.

Acquistando la versione Pro, non sarà obbligatorio effettuare determinati acquisti nell’app (ad esempio non occorrerà pagare i font aggiuntivi), ma sarà comunque possibile effettuarli se desiderato.

Inoltre, la suite è 100% compatibile con una vasta gamma di formati di file, come ODT, PDF, RTF, TXT e CSV. Tuttavia, l’app gratuita trabocca letteralmente di inserzioni pubblicitarie. Un altro elemento da prendere in considerazione è il fatto che occorre passare alla versione a pagamento per aprire determinati tipi di file, come gli ODT.

OfficeSuite Drive consente di archiviare fino a 5 GB di file nel cloud. La nuova funzione delle chat aiuta i colleghi a collaborare e scambiarsi documenti online. L’app è compatibile con tutti i documenti Microsoft e supporta i file PDF con funzioni come la scansione da fotocamera e l’esportazione in PDF.

(Image credit: Image Credit: Google)
(Si apre in una nuova scheda)

3. Docs to Go (Si apre in una nuova scheda)

Un’efficiente suite con editor di testo, fogli di calcolo e strumenti di presentazione

Pro

+
Versione gratuita versatile
+
Moltissime funzionalità

Contro

-
I PDF sembrano provocare arresti anomali dell’app

DataViz, l’azienda che ha realizzato Docs to Go, è partita da un prodotto in grado di mettere in comunicazione Mac e PC. Docs to Go è stata creata in seguito pensando ai Blackberry, ma ora è un’app multipiattaforma.

L’app per Android consente agli utenti di visualizzare i file Adobe PDF e Microsoft Office. Da qui è possibile creare e modificare file di Excel, PowerPoint e Word, il tutto dal dispositivo mobile. Docs to Go offre vari strumenti di formattazione, il conteggio parole, le tabelle, font colorati e la possibilità di tenere traccia delle modifiche.

L’app è disponibile in versione gratuita e a pagamento. Entrambe supportano la modifica e la formattazione, insieme al supporto avanzato di Excel. Alcune funzioni, come i servizi cloud, la sincronizzazione desktop e il supporto di file protetti da password richiede acquisti nell’app a partire da 5,99 fino a 14,99 dollari statunitensi. Sia l’app gratuita che quella a pagamento sono ottimizzate per l’uso su tablet, con visualizzazione in orizzontale e verticale.

Docs to Go offre le proprie versioni di Word, Excel e PowerPoint, note come Word to Go, Sheet to Go e Slideshow to Go. A quanto pare, l’unica critica che viene mossa alla soluzione è il fatto che i file PDF tendono a provocare l’arresto anomalo dell’app, pertanto agli utenti viene suggerito di usare un visualizzatore PDF a parte.

(Image credit: Image Credit: Google)
(Si apre in una nuova scheda)

4. SmartOffice (Si apre in una nuova scheda)

Un’eccellente suite di base con funzionalità aggiuntive opzionali

Pro

+
App mobile gratuita
+
Design elegante

Contro

-
La funzione di “copia e incolla” è macchinosa

SmartOffice si propone come la rappresentazione più precisa dei prodotti Microsoft Office su mobile. Si tratta di una delle poche soluzioni gratuite disponibili fra le suite per ufficio su Android. L’azienda aveva un prodotto a pagamento, ma di recente l’ha rimossa per offrire una versione gratuita con tutte le funzioni richieste per renderla un’app davvero innovativa.

Dal momento che le app Microsoft Office ufficiali occupano molto spazio di archiviazione, questa app è ideale per gli utenti con limiti di spazio piuttosto restrittivi, dato che richiede solo 16 MB. Anche l'interfaccia utente è semplice e facile da usare.

L’app offre la protezione con password, per un ulteriore livello di sicurezza durante il salvataggio dei documenti di lavoro. Gli utenti possono modificare e condividere i documenti Microsoft in maniera semplice ed efficiente, inoltre tutti i file sono convertibili in PDF secondo necessità. È possibile accedere ai documenti e salvarli online con servizi come Dropbox e Google Drive.

SmartOffice supporta vari formati per le immagini, come PNG, JPG, GIF, TIFF e BMP, così come la stampa wireless. La suite è compatibile con tutte le versioni di Word a partire dalla 1997 ed è disponibile in oltre 37 lingue. L’unico punto debole è il fatto che le opzioni di “copia e incolla” sono inutilmente complicate e la loro comprensione potrebbe richiedere un po‘ di tempo.

(Image credit: Image Credit: Google)
(Si apre in una nuova scheda)

5. Quip (Si apre in una nuova scheda)

Modificare e visualizzare i documenti è semplicissimo con questa app di collaborazione

Pro

+
Prova gratuita
+
Chat room integrate 

Contro

-
Formati di esportazione limitati

Quip è una suite online di collaborazione disponibile sui dispositivi Android. L’azienda è stata fondata nel 2012 da Bret Taylor, ex CTO di Facebook, insieme a Kevin Gibbs, fondatore di Google App Engine.

Le funzioni principali di Quip sono il foglio di calcolo e l’editor di documenti che consentono di collaborare online e di modificare i file sulle app Android corrispondenti. Tutti i membri del gruppo possono visualizzare e modificare i documenti contemporaneamente e hanno la possibilità di aggiungere commenti secondo necessità. Quip offre anche le proprie chat room e viene utilizzata da aziende importanti come Amazon e Dell.

Quip offre un livello gratuito, ma questo si basa sull’attività dell’utente anziché sul numero di giorni di utilizzo. Pertanto, più lo usate, più tempo gratuito riceverete.

La versione a pagamento ha un costo di 30 dollari statunitensi al mese in base a un team di cinque membri, con un costo aggiuntivo di 10 dollari al mese per ogni ulteriore membro da aggiungere. Questa versione consente l’uso dei fogli di calcolo, della chat e delle app Live come Calendar. Se occorre assistenza, il servizio di supporto è davvero ottimo. L’app consente di lavorare offline e di sincronizzare i documenti alla connessione successiva.

Secondo alcune recensioni, la funzione di caricamento dei documenti PDF da parte di Quip è limitata e, a volte, molto dispendiosa in termini di tempo. Un altro aspetto da tenere presente è il fatto che l’app supporta solo un numero limitato di formati di importazione/esportazione.

Man holding smartphone

(Image credit: Image Credit: TeroVesalainen / Pixabay)

Altre suite per ufficio su Android da prendere in considerazione

Abbiamo trattato solo alcune delle app per ufficio disponibili su Android, ma ce ne sarebbero molte altre da valutare. Qui ne abbiamo aggiunta qualcuna fra quelle meritevoli di considerazione:

Google Workspace è ormai un prodotto ben noto e, sebbene sussistano alcune limitazioni in Google Docs e altre app al suo interno rispetto ad altre offerte, resta comunque una piattaforma da tenere d’occhio. Il motivo sta anche e soprattutto nell’integrazione fra le varie app e gli altri servizi Google, come Gmail e Google Drive, che rende la piattaforma un’interessante soluzione software per ufficio completa e “tutto-in-uno”. Forse l’aspetto positivo più importante è rappresentato dalle funzioni di collaborazione disponibili in tutta G Suite, un aspetto particolarmente indicato per i team più piccoli. Disponibile come web app tramite il sito web di G Suite o come app per Android sotto forma di Google Docs, il servizio potrebbe essere ottimo a livello personale o come soluzione aziendale.

Polaris Office è un’altra importante suite software per ufficio che offre editor di documenti, fogli di calcolo e presentazioni all’interno di un’unica app per Android. Pubblicizzata come suite per ufficio completa e “tutto-in-uno”, è compatibile con i file di Microsoft Office e Adobe Acrobat. Infatti, è compatibile con un certo numero di formati di file, come DOC, DOCX, XLS, XLSX, PPT, PPTX, PPS, PPSX, TXT, HWP, ODT e PDF. Ancora meglio, il servizio è gratuito, anche se contiene pubblicità e acquisti nell’app sia per rimuovere le inserzioni che ampliare ulteriormente l’elenco di funzioni disponibili.

Zoho Sheet fa parte di una grande famiglia di app offerte da Zoho Corporation per ufficio e uso aziendale e che dovrebbero essere facilmente integrabili l’una con l’altra. Anche in questo caso è possibile collaborare sui documenti condivisi. Zoho Street è gratuita ed è anche perfettamente compatibile con i file Excel per la creazione, la modifica e il salvataggio.

AndrOpen Office funziona con il formato OpenDocument e si propone come il “primo port al mondo di OpenOffice su Android”. Come per altri prodotti, offre una piattaforma per l’editing di documenti, fogli di calcolo e presentazioni, ma offre anche una funzione di disegno e un editor matematico. AndrOpen Office contiene molte funzioni ed è compatibile con una vasta gamma di tipi di file, molti di più rispetto ad altre app e questo la rende una delle soluzioni migliori in termini di accessibilità.

Thinkfree Office Viewer è un altro prodotto che vale la pena citare, dal momento che è compatibile con numerosi tipi di file in termini di visualizzazione, modifica e salvataggio. Il focus principale è l’accessibilità tramite il funzionamento multipiattaforma. Occupa solo 26 MB e offre un’interfaccia semplice per modificare i documenti in tutta facilità. L’app è scaricabile gratuitamente ma offre acquisti nell’app per sbloccare funzionalità aggiuntive. 

Mike Williams
Lead security reviewer

Mike is a lead security reviewer at Future, where he stress-tests VPNs, antivirus and more to find out which services are sure to keep you safe, and which are best avoided. Mike began his career as a lead software developer in the engineering world, where his creations were used by big-name companies from Rolls Royce to British Nuclear Fuels and British Aerospace. The early PC viruses caught Mike's attention, and he developed an interest in analyzing malware, and learning the low-level technical details of how Windows and network security work under the hood.